Home » Località » Otranto » Otranto: Ivan Tronci a Suoni e Sapori del Salento

Otranto: Ivan Tronci a Suoni e Sapori del Salento

da | Giu 1, 2018 | Otranto | 0 commenti

Inutile ricordarvi del fantastico appuntamento con Suoni e Sapori del Salento, nel cuore di Otranto, città natale del nostro chef giramondo Ivan Tronci.
Anche quest’anno, lo chef stupirà la platea con uno showcooking eccezionale.
Per ravvivare il ricordo dello scorso anno attraverso una ricetta eccezionale, vi proponiamo la videoricetta di Ivan Tronci. Un piatto buono, reso ancor più buono da ingredienti salentini al 100%.
Se avete voglia di curiosare nel nostro sito, troverete altre ricette di Ivan Tronci ma soprattutto una splendida guida sulla città di Otranto e i suoi monumenti di straordinaria bellezza!
Se vuoi scoprire Otranto, prova con una delle nostre Esperienze

  • facebook
  • twitter
  • googleplus
  • pinterest

Spaghettoni Benedetto Cavalieri all’acqua di pomodoro, con vongole veraci su pesto alla rucola selvatica e mandorle

Questo piatto è stato un successone durante la scorsa edizione di Suoni e Sapori del Salento e di Puglia: in pochi fortunati, e purtroppo solo alcuni spettatori, hanno avuto la fortuna di poterlo assaggiare.
Un assaggio che ricorda i profumi di Otranto: le delicate atmosfere del mar Adriatico, il ricordo della campagna con la rucola selvatica, i saporiti pomodori ramati, “il bouquet” di fiori di zucchina e l’immancabile cipolla.
Il procedimento è semplice da seguire. L’unica accortezza riguarda l’acqua di pomodoro, che deve essere preparata a partire dalla sera prima, mediante la tamina, un panno professionale da cucina.

Lo spaghettone di Ivan Tronci: gli ingredienti

Ecco a voi gli ingredienti segreti di Ivan Tronci:

  • Spaghettone Benedetto Cavalieri
  • Pomodori ramati
  • Rucola selvatica
  • Mandorle
  • Olio extra vergine di oliva
  • Olio di semi di girasole
  • Parmigiano reggiano
  • Sale
  • Pepe bianco macinato
  • Patata
  • Vongole veraci
  • Sedano
  • Carota
  • Cipolla
  • Aglio
  • Alloro
  • Prezzemolo
  • Vino bianco
  • Fiori di zucchina
  • Fiori all’aglio

Procedimento per la preparazione dello spaghettone di Otranto

Frulliamo i pomodori in un frullatore e li lasceremo colare e filtrare, tutta la notte, attraverso una Tamina oppure un semplice panno di cotone bianco da cucina. Questo filtraggio, vi permetterà di estrarre l’acqua del pomodoro ramato.
Procederemo con l’apertura delle vongole in un rondon ardente, ma prima di far questo, misceleremo, in una bacinella, le vongole con il sedano, la carota, la cipolla, una foglia di alloro, dei gambi di prezzemolo, un po’ vino bianco, dell’olio extravergine di oliva e pepe.
A parte, sbollenteremo la rucola e la raffredderemo subito in acqua e ghiaccio. L’asciugheremo e la emulsioneremo con le mandorle, l’olio di semi di girasole, un cubetto di ghiaccio, un po’ di sale e del pepe.

La cottura degli spaghettoni: prestate attenzione

Cuoceremo gli spaghettoni Benedetto Cavalieri per metà del tempo, in acqua bollente e per il restante tempo di cottura nell’acqua di pomodoro.
A fine cottura, aggiungeremo il liquido estrapolato delle vongole e ultimeremo la mantecazione aggiungendo una parte delle vongole sgusciate perché la restante parte la utilizzeremo per abbellire il nostro piatto.

Il gran finale: ecco a voi lo spaghettone di Ivan Tronci per Suoni e Sapori del Salento e di Puglia

Impiatteremo sul pesto alla rucola e mandorle e guarniremo con fiori di zucchina e fiori all’aglio.

Pin It on Pinterest

Share This